Big Delta Wasp, stampante da Guinness

E’ italiana la stampante 3D più grande del mondo. Si chiama Big Delta Wasp, è alta 12 metri, base 8, e nasce a Massa Lombarda. Servirà a costruire case in argilla, anzi a stamparle e verrà presentata in anteprima mondiale proprio nella provincia di Ravenna in occasione dell’evento “La realtà del sogno”, tra il 18 e il 20 settembre.

“Siamo sognatori, siamo realizzatori, siamo makers: partiamo dalla stampa 3D per salvare il mondo”, questo il motto di chi ha lavorato al progetto Wasp (World’s Advanced Saving Project). Un gruppo di giovani, laureati ma all’epoca disoccupati, coordinati dal fondatore dell’azienda, Massimo Moretti, che dal 2012 si concentra nella realizzazione di stampanti trasportabili e a basso consumo energetico, che possano consentire la costruzione di case a chilometri zero anche lì dove l’elettricità è praticamente assente. E se l’obiettivo è quello di garantire una dimora anche ai più poveri, in un momento in cui le Nazioni Unite calcolano che nei prossimi 15 anni, ci sarà una richiesta media giornaliera di 100mila nuove unità abitative, indispensabile è l’abbattimento dei costi.

“Abbiamo studiato materie prime che fossero donate dalla terra, ad alto rendimento, con un costo di produzione basso, per la crescita delle quali non servissero concimi chimici e che fossero coltivabili ovunque”. Essenziale infine, per l’eccellenza del prodotto, la semplicità di costruzione. Il team si è infatti adoperato perché la Big Delta possa essere montata da solo tre persone in circa due ore.