Ritorna la rubrica, con cadenza settimanale, con la quale “L’Opinione delle Libertà” dà voce e spazio ai nuovi volti della letteratura italiana. Questa settimana vi consigliamo “La scossa dello scarpone” di Sergio Pirozzi (Armando Editore). L’autore è sindaco di Amatrice dal 2009 e allenatore di calcio da una vita, ma soprattutto è simbolo della voglia di ricominciare a vivere dopo il sisma del 24 agosto 2016.

La Storia

Il drammatico racconto di una giornata tanto brusca quanto surreale, il diario emozionale di un uomo stravolto dal dolore della sua terra e dalle lacrime dei suoi cittadini. A volte non basta guardare delle immagini per rendersi conto del reale impatto di una tragedia, con tutte le ferite e gli strascichi che essa comporta. In questo testo Sergio Pirozzi apre il proprio cuore, ripercorrendo quegli attimi terribili e indimenticabili che hanno segnato la sua vita e quella di un popolo intero.

“Il 24 agosto 2016 una scossa di morte ha distrutto interi paesi, tra cui Amatrice. Ma il sisma ha riportato in superficie problematiche note a tutti quei piccoli comuni che sono la spina dorsale dell'Italia. Dopo quella paurosa notte di agosto, il cuore di Amatrice è tornato alla vita grazie alla straordinaria solidarietà che ci rende capaci di uno stesso sentire, rafforzando anche l'idea di appartenere ad un'Italia umana e con tanta voglia di riscatto. Gli scarponi della fatica e dell'impegno, uniti al cuore degli italiani, sono le chiavi di volta per una rinascita di tutto lo Stivale”.

Un’opera commovente e straordinariamente intensa, buona per comprendere la nostra fragilità e da questa ripartire con una buona dose di solidarietà.

La “Voce” dello Scrittore

“Ho compreso che per ricostruire il borgo era necessario mettersi in discussione non solo come Sindaco, ma soprattutto come uomo. I proventi dei diritti d’autore del libro andranno in beneficenza alle seguenti Onlus: l’associazione “Obm”, ospedale dei Bambini Buzzi di Milano; l’associazione “La strada per l’Arcobaleno”, presso il Policlinico “Agostino Gemelli” di Roma; l’associazione “Arcobaleno del Cuore”, presso l’Ospedale SS. Annunziata di Taranto del reparto di oncoematologia pediatrica.

Ricordiamo infine a tutti i lettori anche la pagina Facebook “La voce degli scrittori” e l’Applicazione ufficiale.