Addio a Jenny Joseph, la poetessa di “Warning”

Addio a Jenny Joseph. La poetessa britannica è scomparsa all’età di 85 anni. L’annuncio è stato pubblicato dal quotidiano londinese “The Times”. La Bbc, in un sondaggio, ha eletto la poesia “Warning”, del 1961, quale più popolare del secondo dopoguerra. Si tratta di un testo poetico diventato il manifesto della Red Hat Society, fondata nel 1998 negli Stati Uniti. Il gruppo è nato per promuovere l’interazione tra le donne in tutto il mondo.

Nata il 7 maggio 1932 a Birmingham, Jenny Joseph si trasferisce da giovane nel Buckinghamshire. Studia letteratura inglese al St Hilda's College è uno dei collegi costituenti l’Università di Oxford. In seguito, si confronta con una serie di mestieri: giornalista e insegnante, collabora con artisti, scultori, fotografi, persino logopedisti. Per una fase della sua vita gestisce persino un pub a Londra. È il luogo che l’ha ispira maggiormente.

Dando linfa preziosa al suo mondo poetico. Nei suoi testi si intrecciano vite e storie diverse rappresentate, sempre, con ironia. Nel 1960 la poetessa ottiene il Gregory Award per la raccolta “Unlooked for Season”. Nel 1974 il Cholmondeley Award per la raccolta “Rose in the Afternoon”. Nel 1986 il James Tait Black Memorial Prize per il romanzo “Persephone”. Nel 1999 fa il suo ingresso nella Royal Society of Literature.