La mostra dei Pink Floyd  al Macro di Roma

La mostra dei Pink Floyd  al Macro di Roma. “The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains”. Si tratta di un progetto audiovisivo nei cinquant’anni dalla nascita del leggendario gruppo rock inglese. Un’esposizione che, dopo Londra, arriva al Museo d’arte contemporanea di Roma, in via Nizza. Resterà aperta fino al 1° luglio.

Il debutto londinese al Victoria and Albert Museum di Londra ha registrato la partecipazione di oltre quattrocentomila persone. A Roma, la retrospettiva è stata presentata da Roger Waters e Nick Mason, due dei fondatori della band.

La mostra, ideata da Storm Thorgerson, racconta l’approccio sperimentale del gruppo rock, esponente del movimento psichedelico. Oltre alla loro straordinaria musica, i Pink Floyd sono celebri anche per l’immagine dei loro dischi: dalle mucche al prisma di “The dark side of the Moon”, fino al maiale rosa sopra la Battersea Power Station e ai Marching Hammers.

Sono diventati celebri anche i creativi coinvolti dalla band. Come l’illustratore satirico Gerald Scarfe, il surrealista Storm Thorgerson e il pioniere dell’illuminazione psichedelica Peter Wynne-Wilson.

La mostra, che segue un ordine cronologico, è accompagnata dalla musica e dalle voci dei membri dei Pink Floyd, dai passati ai presenti: Syd Barrett, Roger Waters, Richard Wright, Nick Mason e David Gilmour.