Questa settimana, per la consueta rubrica attraverso la quale “L’Opinione delle Libertà” vuole dare voce e spazio ai volti noti e meno noti della letteratura italiana, questa settimana vi consigliamo Verde Muschio di Martina Cecilia Salza (Davide Ghaleb Editore).

L’autrice è nata nell’Antichissima Città di Sutri dove lavora e vive con la sua famiglia. Laureata in Lingue e Letterature, ha insegnato per diversi anni e si è poi specializzata in Fitoterapia. È autrice di testi storici sulla sua città, scrive per un blog e per alcune testate giornalistiche, coltivando così le sue due grandi passioni: la Letteratura e la Natura.

La storia

Un’opera eccitante e commovente al tempo stesso, ricca di storia e cosparsa da una serie di perle emozionali lungo tutto il cammino narrativo. Tra sogni inquietanti e oscuri presentimenti si viene rapiti da una protagonista tarantolata dal desiderio di scoperta e dalla voglia di non fermarsi mai davanti alle apparenze.

“Una tiepida primavera. Matilde, appena uscita da un lungo letargo della sua anima per la morte del fratello Federico e l’abbandono del padre, tenta faticosamente di raccontare ogni giorno le meraviglie della Ville Lumière ai turisti che seguono il suo tour fino a Notre Dame, sfondo quotidiano delle sue angosce. Ma si fanno strada nuove sensazioni e presagi. Una donna dagli occhi verde muschio viene a turbare i suoi sogni. Una chiamata da casa la strappa a quei gesti stanchi: nella sua antichissima città qualcosa sta succedendo e una madre in pericolo di vita riporta a galla un conflitto mai superato”.

Ogni capitolo porta il nome di una pianta, la stessa che si ritrova all’interno del racconto che segue, indizio determinante di un’altra delle passioni dell’autrice di questa meravigliosa storia, la quale mette in luce tutte le bellezze del borgo di Sutri, piccola grande gemma del viterbese. Attori principali di tale percorso risultano indiscutibilmente i rapporti umani e gli enigmi storici, sempre al centro di vicende fortemente coinvolgenti.

Un libro prezioso ideato e magistralmente ‘condotto’ dalla brillante penna di Martina Salza, capace di sedurre e conquistare i lettori a colpi di conoscenza.

Ricordiamo infine a tutti i lettori la pagina Facebook de “La voce degli scrittori” e l’Applicazione ufficiale.