Leggendo l’ultimo libro di Lucrezia Lerro si rinnova quel misterioso ma affascinante viaggio nella sua e nelle nostre menti.

“L’estate delle ragazze” edito da “La Nave di Teseo” è una bellissima storia d’amore fatta di sguardi, di tenere carezze e di passione. Un amore che unisce Jacopo e Corinna anche nell'irrefrenabile desiderio di scrivere, che li fa immergere nel profondo fuggendo da malinconie e tristi pensieri.

Corinna, la protagonista femminile, coltiva il sogno di diventare una scrittrice, per poter uscire dai compulsivi rifugi che fra sogno e realtà continuano a perseguitarla.

I colori delle città, così ben descritti da quella che è anche una poetessa oltre che scrittrice, unita alla scelta delle parole, denota una sensibilità che solo i poeti sanno esprimere. In alcuni momenti sembra di leggere un thriller e lo si divora per arrivare all’epilogo di amore e scrittura, per sapere se alla fine ci sarà una nuova scrittrice alla ribalta, e se Jacopo rimarrà...

Intanto godiamoci la Lerro, quella che ci fa stare con “noi”, per quelli che sono dentro se stessi e per quelli che si stanno cercando.