Da giugno ad agosto, a teatro lungo il Tevere

L’Altro Teatro è una rubrica settimanale de “L’Opinione delle Libertà” curata da Giò Di Sarno. Si tratta di uno spazio in cui si vuole dare visibilità a spettacoli, opere teatrali in particolare, che pur avendo per protagonisti artisti di talento e soggetti interessanti, faticano ad avere voce sui media nazionali. I quali, come spesso succede, non dedicano molto spazio ad approfondire le proposte di teatri periferici. Ed è proprio in questi teatri, cosiddetti Off, dove spesso si esibiscono attori pieni di talento e si rappresentano gli spettacoli più interessanti. L’intento di questa rubrica è, perciò, quello di fornire un’informazione aggiornata allo spettatore, il quale spesso è ingolfato dalla pubblicità dei “soliti noti” e incanalato in un’unica direzione. In questo caso, senza fare discriminazioni al contrario e compatibilmente con lo spazio settimanale, si darà voce a tutti, senza distinzioni. Andando sul posto, sedendosi in platea e riportando esattamente reazioni e sensazioni del pubblico, facendo così da tramite per fomentare l’interrelazione fra spettatori e spettacolo.

Poter passeggiare lungo il Tevere e immergersi in un arcobaleno di colori e di profumi è veramente un privilegio. Se a questo si aggiunge anche il piacere di vedere uno spettacolo avendo come sottofondo il fiume che ha ispirato poeti e pittori di tutto il mondo allora davvero si può dire di trovarsi al cospetto della città eterna. Una città in pieno fermento, almeno da quello che si respira all’interno della manifestazione “Lungo il Tevere…Roma”. Manifestazione, con ingresso gratuito, che si svolge tutti i giorni dalle 19 tra Ponte Sublicio e Ponte Sisto. Due chilometri espositivi (60 stand e 30 punti di ristoro) dove transitano nei 90 giorni quasi 2 milioni di persone, tra turisti stranieri e italiani e romani che intendono impiegare il tempo libero e partecipare ad eventi culturali, ludici e solidali.

Le proposte di spettacoli sono tante, la prima è stata quella dedicata al premio in memoria di Mia Martini “Mimì Sarà”. Una serata suggestiva patrocinata da Leda Berté e Manuela Savini Berté, rispettivamente sorella e nipote dell’artista. Il concorso, giunto alla sua quinta edizione, nasce da un’idea di Giancarlo Del Duca, Lorenzo Moglioni e Vincenzo Adriani, presidente dell’associazione Minuetto Mimi Sarà di Milano. Il premio, coordinato da Remo Francesconi e Carlo Calandri per la direzione artistica di Elio Cipri, è nato per mantenere viva la memoria di Mia Martini e dare la possibilità ad artisti cantautori, o solo interpreti, di poter avere una passerella davanti ad organizzatori e discografici storici della musica italiana. La manifestazione, volta più a far interagire i vari generi musicali che alla competizione vera e propria, è infatti aperta a tutti i generi, e da quest’anno anche agli over 40. Nello specifico gli iscritti possono scegliere tra tre categorie: inediti, cover e over.

Sul palco del teatro all’aperto si sono alternati giovani e meno giovani, molti dei quali provenienti dall’Accademia Spettacolo Italia, tutti con dei brani originali e attenti al sociale. Un bello spettacolo non solo per gli occhi e le orecchie, ma anche per il cuore. I vincitori delle tre categorie (inediti, cover e over) si conquisteranno il diritto di partecipare da protagonisti allo spettacolo “Buon compleanno Mimì”, grande festa in onore del compleanno di Mia Martini che si terrà il 21 settembre al Teatro Nuovo di Milano. Sul palco del teatro milanese si alterneranno i big della musica italiana. A rendere omaggio a Mimì negli scorsi anni sono intervenuti Alexia, Ivana Spagna, Ornella Vanoni, Marco Masini, gli Stadio, Toto Cutugno e molti altri, mentre per l’edizione 2019 il cast è attualmente in preparazione. Partner della manifestazione è Radio Italia Anni Sessanta. Ospite della serata romana la bravissima Silvia Salemi, reduce dal successo di RaiUno “Ora o mai più”. Tutte le tappe si possono trovare sul sito www.premiomimisara.com.

Alla fine dello spettacolo, percorrendo la sponda del fiume che riporta sulla strada che costeggia il Tevere, non si può fare a meno di pensare a come sarebbe bello fermare il tempo. Lì, dove tutto sembra meraviglioso, dove l’estate sembra eterna e la gente sembra davvero felice.
Merito di questa fantastica organizzazione capitanata da Gianni Marsili, una persona che ha dedicato la sua vita alla musica producendo negli anni gli artisti più importanti del nostro panorama musicale.

Per avere tutte le info sulla manifestazione: www.lungoiltevereroma.it.