Biografia e società secondo Maurizio Grandi

Di Maurizio Grandi si è recensito, su queste colonne, già il volume Anita. Un nome, un destino. 1922-2022: il secolo lungo. Questa biografia è preceduta, però, sull’onda della memoria, da “Il medico. Mio nonno. Questi fu Enrico Luigi Toselli, genitore della madre. Anche la ricostruzione di questa vita, in base a ricordi e documenti di famiglia, si intreccia, secondo uno stile che è la cifra dell’autore, con le più generali vicende storiche, sociali, culturali. In questa maniera il tutto acquista un valore molto più amplio rispetto ai sentimenti riflessi dall’autore. E quindi assume un valore di testimonianza sociale più generale. Così, oltre la storia politica, entra in gioco quella della medicina, della sanità pubblica in Piemonte e, soprattutto, in Sardegna.

Tutta una letteratura “meridionalistica”, troppo spesso, disegna il Risorgimento d’Italia come una mera conquista della Penisola e delle Isole da parte d’un settentrionale Piemonte. Qui emerge, tra l’altro, come quello Stato, dal nome ufficiale di Regno di Sardegna, avesse al suo interno, prima ancora delle successive annessioni, un’Isola di secolare arretratezza. E, in piccolo, tutti i problemi d’uno Stato diviso tra territori avanzanti nella rivoluzione industriale e altri vissuti da una società arcaica e povera.

La figura di Enrico Luigi Toselli, figlio d’un aristocratico liberale piemontese, patriota e Senatore del Regno, il cui forte patriottismo filiale evolse in un socialismo utopico, fortemente sentimentale, “cardiaco”, si concreta in una vita spesa, per libera scelta, a favore delle popolazioni più povere delle aree emarginate dell’Isola. E anche nello sviluppo di una farmacopea basata sui principi attivi di certi vegetali, lì presenti in natura.

D’indubbio interesse, anche per l’attualità, i rilievi presenti nel testo e in un’appendice di Augusto Grandi circa una epidemia di colera e la cosiddetta influenza “spagnola”, coeva della Grande Guerra. I ritardi nell’affrontarle, certe resistenze alle vaccinazioni, sono del tutto simili a quanto visto nel corso della pandemia da Covid-19.

(*) Maurizio Grandi, “Il medico. Mio nonno”, Edizioni La Torre, 187 pagine, 12 euro