Fiorello lancia “Viva Rai due”, il suo “Mattin show”

Rosario Fiorello torna in tivù con Viva Rai due, la sua nuova creatura. Una vera e propria sfida. Un varietà che andrà in onda dalle 7.15 alle 8.30, dal lunedì al venerdì, a partire dal 5 dicembre. Intanto, già in onda su Raiplay dal 7 novembre. Lo showman siciliano in conferenza stampa non nasconde la preoccupazione. “L’ansia da prestazione ce l’ho da sempre – ammette – certe volte è puro terrore”. Inizialmente il programma doveva andare in onda su Rai 1: poi non s’è fatto niente. Per via delle polemiche scatenate da giornalisti della rete ammiraglia. “Capisco i giornalisti del Tg1, li capisco pienamente. Si difende un proprio spazio. Poi c’è modo e modo di dire le cose. La cosa meno carina è stato il comunicato, poco elegante. Bastava una telefonata E io sono il migliore amico del Tg1”.

A proposito dell’approdo su Rai 2, Fiorello non resiste alla battuta: Così Fiorello ha risposto in conferenza stampa a una domanda sul passaggio del programma VivaRai2! da Rai1, dove si era ipotizzato approdasse in un primo momento, a Rai2. Poi ha proseguito ironizzando: “Chi va su Rai2 muore – scherza – ma noi andiamo in una fascia che meglio di così non poteva andare. C’è l’1 per cento e quindi se faccio il 2 per cento è già il 100 per cento e se faccio il 4 per cento divento ad della Rai, chiamatemi Fiorellos! E poi Rai2 è la rete giovane. La trattiamo a pesci in faccia ma non è cosi, ha una storia”. Sullo share ancora: “Il Tg1 ha l’11 per cento di share, Rai2 a quell’ora fa il 2 per cento quindi scordatevi il 10 per cento, è impossibile tecnicamente”. “C’è un problema va bene, è il vostro spazio e abbiamo deciso per Rai2, per noi era la stessa cosa. Un posto vale l’altro”.

Il morning show di Fiorello è stato presentato nella Sala degli Arazzi di Viale Mazzini alla presenza dell’ad Carlo Fuortes e dei direttori Rai. Fiorello è arrivato trasformando tutto in grande show: è partito dal box di via Asiago con Fabrizio Biggio in vespa rossa fiammante. Di Amadeus conferma che sarà il primo ospite del 5 dicembre. “Il giorno prima darà i nomi del cast di Sanremo”, ha detto Fiorello. “Avremo il nostro inviato Gabriele Vagnato, con la sua videocamera, lui è una star di TikTok che da solo fa già il doppio di Rai2”. Rosario Fiorello ha quindi detto che la chiave del suo umorismo è dire tutto senza astio né cattiveria. Fuortes ha sottolineato “la felicità mia e dell’azienda. Era un piccolo sogno – ha spiegato – credo che per la Rai sia molto importante un programma giornaliero con il più amato showman italiano. Noi non facciamo un morning show, facciamo un mattin show perché qui c’è del sovranismo imperante’’, ha ironizzato Fiorello.

Sullo share ancora: “Il Tg1 ha l’11 per cento di share, Rai2 a quell’ora fa il 2 per cento quindi scordatevi il 10 per cento, è impossibile tecnicamente”. “C’è un problema va bene, è il vostro spazio e abbiamo deciso per Rai2, per noi era la stessa cosa. Un posto vale l’altro. Ultimamente – ha proseguito – mi sono distaccato dai social, da due anni circa, per una questione personale perché mi svegliavo con l’ansia di dover dire qualcosa”.