Fisco, tasse, tributi: l’esperto risolve

Torna anche questa settimana la rubrica del dottor Alfredo Annibali, commercialista di Roma, che settimanalmente risponde ai quesiti dei lettori in materia fiscale e tributaria. Il dottor Annibali vanta un’esperienza trentennale nel settore ed è anche Revisore legale e Perito del Tribunale civile di Roma. Domande e risposte per aiutare il contribuente a destreggiarsi meglio nell’intricato mondo del fisco.

Gianluca da Bologna mi domanda: vorrei ristrutturare completamente il mio giardino togliendo la parte mattonata mettendo a dimora nuove essenze arboree ma leggo che l’acquisto di piante non sarebbe agevolato ma è così? No o perlomeno non lo è nel suo caso. Secondo le prime interpretazioni dell’Agenzia delle Entrate infatti non sarebbe detraibile il solo acquisto di piante a meno che non rientri in un preciso piano di ristrutturazione come da lei prospettato. Non tutti i commentatori sono d’accordo con questa ipotesi restrittiva ma al momento questo è.

Mario dalla provincia di Enna: sono titolare di un piccolo negozio e un suo collega mi ha comunicato che quest’anno non pagherò imposte in quanto l’attività chiuderà in perdita causa la mancata valenza fiscale della valutazione delle giacenze di fine anno, cosa mi sa dire? Che purtroppo è vero. Il passaggio “naturale” al regime per cassa ha provocato questa stortura che fa si che quasi tutte le imprese commerciali medio piccole non siano in utile per l’anno 2017 e non vi si è neanche posto rimedio con auspicate correzioni legislative. Il problema è che la perdita non sarà riportabile negli anni a venire. Condivido le perplessità della maggior parte dei miei colleghi e spero sempre in una modifica migliorativa.   

Giancarlo da Milano: vorrei aderire alla “rottamazione bis” ma come posso fare? In realtà la procedura non è molto complicata. Innanzitutto occorre scaricare il modulo dal sito e poi una volta compilato inviarlo tramite pec (unitamente al proprio documento e mi raccomando in un unico file...). Gli indirizzi sono reperibili a questo sito. La difficoltà sta nel reperire le proprie pendenze esattoriali in quanto o ci si reca di persona oppure bisogna avere le credenziali Entratel o Spid ed accedere al sito Agenzia delle Entrate – Riscossione. Anche se c’è tempo fino al 15 maggio consiglio di affrettarsi ad inviare la domanda in quanto con la semplice presentazione si interrompono le eventuali procedure esecutive in atto e soprattutto si evitano i disagi dell’ultimo minuto. Per ogni delucidazione potete anche visitare il sito.