Fisco, tasse, tributi: l’esperto risolve

Torna puntuale la rubrica del dottor Alfredo Annibali, commercialista di Roma, che settimanalmente risponde ai quesiti dei lettori in materia fiscale e tributaria. Il dottor Annibali vanta un’esperienza trentennale nel settore ed è anche Revisore legale e Perito del Tribunale civile di Roma. Domande e risposte per aiutare il contribuente a destreggiarsi meglio nell’intricato mondo del fisco.

Giacomo da Salerno: ho deciso di coibentare la mia abitazione al fine di ridurre la dispersione del calore, potrò detrarmi la spesa? Sì in quanto questo intervento rientra pienamente tra quelli previsti per il risparmio energetico. Quindi lei recupererà il 65 per cento (in dieci anni) di quanto sostenuto a condizione che vengano effettuate le previste comunicazioni all’Enea e di pagare tramite bonifico. Tale agevolazione spetta non solo a i proprietari dell’immobile ma anche agli inquilini (e agli eventuali comodatari o titolari di altro diritto reale) se questi ultimi hanno realizzato gli interventi previsti.

Maddalena da Vercelli: mio figlio dovrà andare a studiare a Torino presso l’Università statale e mi chiedevo se potrò recuperare qualcosa delle somme pagate a titolo di canone per l’appartamento affittato. Sì, ma ad alcune condizioni. La prima è che il contratto sia redatto in conformità a quanto contenuto nell’allegato f) del d.m. del 30 dicembre 2002. La seconda è che lo studente debba avere la residenza in un comune diverso da quello dell’ateneo (e che disti più di cento chilometri) e poi che la durata del contratto sia compresa tra sei e trentasei mesi (rinnovabili automaticamente alla prima scadenza salvo disdetta). Stabilito ciò, si potrà detrarre il 19 per cento della spesa su un ammontare massimo di 2.633 euro con benefici anche in capo al proprietario (cedolare secca al 10 per cento o deduzione forfettaria del 30 per cento in caso di tassazione ordinaria).

Silvano da Taranto: mi è stato notificato un avviso di accertamento in questi ultimi giorni di luglio. Un suo collega ha detto che lo esaminerà con calma i primi di settembre in quanto per tutto il mese di agosto i termini per impugnarlo sono sospesi, è vero? Sì, anche nel contenzioso tributario valgono le regole di quello civile, quindi i trentuno giorni di agosto non debbono essere computati nel calcolo idem per le proposte di mediazione.

Luigi da Ferrara mi domanda: vorrei ristrutturare completamente il mio giardino togliendo la parte mattonata mettendo a dimora nuove essenze arboree ma leggo che l’acquisto di piante non sarebbe agevolato ma è così? No o perlomeno non lo è nel suo caso. Secondo le prime interpretazioni dell’Agenzia delle entrate infatti non sarebbe detraibile il solo acquisto di piante a meno che non rientri in un preciso piano di ristrutturazione come da lei prospettato. Non tutti i commentatori sono d’accordo con questa ipotesi restrittiva ma al momento questo è.