L’Isola di Malta e la cooperazione con il continente africano

La settimana scorsa il ministro maltese degli Affari esteri e della Promozione commerciale, Carmelo Abela, ha lanciato un documento pubblico sulla strategia e la cooperazione della piccola isola con il continente africano. Il documento, intitolato “Malta e Africa: una strategia per il partenariato 2020-2025” analizza l’importanza dei rapporti commerciali, diplomatici e le politiche di sviluppo da attivare con i paesi del Sud Mediterraneo e con l’intero continente africano.

Malta punta a divenire un importante hub di collegamento con i Paesi africani, sviluppando nuove opportunità economiche e uno scambio di ricchezza che si articola su diversi fronti. Come evidenziato dagli analisti del Portale “Malta Business”: “Malta sarà impegnata nella condivisione di buone pratiche per potenziare una crescita africana che veda liberare il potenziale di ogni persona, indipendentemente da genere, credo e orientamenti. Un grande impegno è già in essere da parte della società civile maltese attraverso il programma di aiuti d’oltremare: nel 2018, le spese di Malta per lo sviluppo internazionale, la maggior parte delle quali destinate all’Africa, sono state di oltre 28.000.000 di euro. E dal 2020, il Fondo ufficiale di assistenza allo sviluppo è stato incrementato per raggiungere una somma totale di 2.000.000 di euro”.

La politica estera del governo maltese non si limita ai rapporti con gli altri Stati membri dell’Unione Europea e con i vicini del Mediterraneo. Queste autorità guardano sempre più anche ai mercati emergenti dell’Asia, dell’Africa ed ai Paesi del Golfo, con lo scopo di avviare partenership strategiche ed attrarre investimenti.Tra i principali obiettivi di politica internazionale, queste autorità annettono particolare rilievo alla questione migratoria, auspicando una maggiore assunzione di responsabilità da parte delle istituzioni europee, e alla situazione in Libia, la cui instabilità continua a generare preoccupazione per i possibili risvolti di sicurezza nel Mediterraneo. Per tali ragioni l’Isola nel cuore del Mediterraneo è molto impegnata nel rafforzamento delle relazioni diplomatiche. L’obiettivo delle istituzioni maltesi è quello di avere rapporti proficui, duraturi e stabili con i paesi del Nord Africa che si affacciano sul Mediterraneo. Malta, attraverso le sue prese di posizioni nei tavoli politici e diplomatici internazionali, promuove e promuoverà la crescita, la dignità e l’emancipazione del continente africano.

Tra le finalità internazionali del governo maltese vi è quella di riconoscere l’autorevolezza diplomatica di un approccio trasversale con i paesi dell’Africa, in cui Malta può eccellere e aggiungere valore, continuando a ribadire l’importanza di istituzioni sovranazionali quali l’Unione Africana, come un autentico protagonista per il cambiamento del continente, senza sottovalutare e riconoscere la diversità di un continente variegato con oltre 50 paesi, innumerevoli prospettive e molteplici problematiche sociali ed economiche da risolvere nei prossimi decenni anche per la sicurezza e lo sviluppo sostenibile dell’intero bacino del Mediterraneo.