Investire in economia sostenibile

Gli investimenti sostenibili consistono nell’identificare aziende che stanno sviluppando modi per trasformare i grandi problemi del mondo in modelli di business di successo, ad esempio tramite lo sviluppo di nuove tecnologie o materiali oppure guardando la società da una prospettiva diversa. Si abbracciano quindi una gamma di strategie che combinano approcci d’investimento tradizionali con considerazioni ambientali, sociali e di governance per cercare di ottenere risultati legati ad un settore economico che è e sarà sempre in continua espansione. Siamo, senza alcun dubbio, in una transizione epocale. L’umanità si sta indirizzando verso un modo di approcciare al business ponendo maggiore attenzione al concetto di sostenibilità. Fino a ieri questo processo è stato molto lento e in certi contesti anche impercettibile e guidato solo da logiche ambientaliste o etico sociali. Oggi tale fenomeno è guidato da motivazioni di altra natura che sviluppano i loro effetti nell’immediatezza. Lo scoppio del conflitto in Ucraina ha stravolto le logiche politiche mondiali e con esse i fragili accordi che garantivano l’approvvigionamento energetico dei Paesi europei in primis.

Ci si è resi conto che bisogna cambiare passo sulle energie sostenibili e bisogna assolutamente investire le nostre risorse in tal senso per non continuare a farci trovare impreparati. Tutti gli Stati e le strutture organizzative sovranazionali stanno mettendo in campo politiche economico-finanziarie volte alla realizzazione di nuove e più innovative fonti di approvvigionamento energetico. Gli investitori credono nella transizione energetica. Ed è anche grazie a loro che quest’anno, per la prima volta nella storia, l’investimento globale in energie rinnovabili sarà più alto di quello in gas e petrolio. Global Investment Research di Goldman Sachs ha pubblicato uno studio che evidenzia come le proposte degli azionisti su temi climatici siano quasi raddoppiate dal 2011 a oggi (dal 20 per cento a quasi il 40 per cento) e come i voti favorevoli su queste proposte siano addirittura triplicati. È il segno di un cambiamento che ha investito tutto il mercato dei capitali, ormai parte attiva nel processo di transizione energetica. E allora si deve necessariamente cambiare marcia e lo si fa finanziando tutti quei progetti e quelle aziende che fanno ricerca e innovazione nel eco sostenibile come alternativa alle tradizionali fonti di approvvigionamento energetico.

È importante quindi, oggi più di prima, che il consulente finanziario valuti la possibilità di diversificare il portafoglio dei propri clienti verso quei settori e quei prodotti che avranno senza alcun dubbio una crescita esponenziale nei prossimi anni e che sono legati alle predette logiche di interventi eco-sostenibile. Importante, come sempre, è la valutazione degli interlocutori. Investire in aziende che operano nei settori correlati al concetto di sostenibilità ambientale va bene ma affidarsi ad un bravo professionista in grado di valutare il fattore qualitativo della società in cui si sta investendo, la storicità ed il potenziale di crescita. Investire in settori eco-sostenibili diventa quindi una scelta di stile, una scelta sociale e una scelta vincente per ottenere nel lungo periodo rendimenti superiori sfruttando le leve finanziarie messe in campo dagli Stati e dagli organismi sovranazionali.