Ieri l’ultimo saluto ad Arturo Diaconale

“Arturo sempre con noi” scritto su una delle tante corone di fiori riposte sul feretro, una maglietta della Lazio con il “numero uno” sulle spalle, un enorme scudetto del club biancoceleste e moltissime persone venute a dargli l’ultimo saluto. Parenti, colleghi, amici.

Nella chiesa di San Pio X in piazza della Balduina in tanti hanno voluto ricordare ieri Arturo Diaconale. C’era il presidente della Lazio Claudio Lotito, squadra di cui Diaconale era anche portavoce oltre che grande tifoso, il club manager Angelo Peruzzi, il team manager Maurizio Manzini, Antonio Buccioni, presidente della Polisportiva, Marco Canigiani e Laura Zaccheo responsabili del marketing. Ma c’erano anche i suoi amici di sempre, come Guido Paglia - anche ex direttore Comunicazione, Relazioni Esterne e Rapporti Istituzionali Rai - che, in lacrime, ha portato la bara e che ieri aveva dichiarato come Arturo fosse “più di un fratello”. Ed ancora, personalità del mondo politico e giornalistico come il senatore Maurizio Gasparri, Simone Baldelli e Giorgio Simeoni di Forza Italia, Giuseppe Basini della Lega, il collega Paolo Liguori, il direttore del Tg5 Clemente Mimun, Gianmarco Chiocci, direttore Adnkronos, Cesare Previti, Antonio Tajani, Giampaolo Rossi del Cda Rai, Franco Bechis, direttore de Il Tempo, Tiberio Timperi e tanti tanti altri. Nel video che segue la registrazione del funerale a cura di Radio Radicale.