La tragedia di Casamicciola

Giuseppe Conte, di fronte alla tragedia di Casamicciola ha, Urbi et Orbi, negato risolutamente di aver firmato da presidente del Consiglio un condono per Ischia. L’articolo 25 del cosiddetto Decreto Genova lo smentisce documentalmente.

Polibio, qualche millennio orsono, metteva in guardia contro i rischi della oclocrazia. Qui e oggi nessuno si scandalizza del metodo grillino, ormai noto anche ai sassi: qualunque cosa piccoli o grandi agglomerati di elettori desiderino, per quanto irrazionale o addirittura immorale, la si concede e si lucra il conseguente consenso. A disastro avvenuto si nega, pure a fronte dell’evidenza, la propria responsabilità (male che vada, basta dare la colpa a qualche fantomatica deriva neo-liberista).

Non stupisce che in un Paese (non da oggi) malato di clientelismo più di qualcuno si accodi ai pifferai magici. Ma pensare che ancora qualcuno cianci di “campo largo” o “fortissimo punto di riferimento di tutti i progressisti” desta più di un qualche sconcerto.