Corea del Nord, Trump allerta i B-52

L’aviazione militare americana sta per diramare un allerta per i propri bombardieri strategici B-52 con testate nucleari perché siano pronti ad agire, se necessario, anche in 24 ore. Questo in seguito alle crescenti tensioni tra l’amministrazione Trump e il regime della Corea del Nord. Lo riportano alcuni media statunitensi citando fonti del Pentagono. Sarebbe la prima volta che accade dai tempi della Guerra Fredda. I bombardieri B-52 armati con testate nucleari verranno dispiegati in modo da poter decollare ogni momento, con gli equipaggi posti in stato di emergenza in una base dell’Air Force in Lousiana. La mossa segue le parole del presidente americano Donald Trump che ha affermato come con il regime di Kim Jong-un bisogna essere “pronti a tutto”.

Intanto il ministro degli Esteri britannico, Boris Johnson, prende le parti del presidente americano. Johnson infatti ha riconosciuto senza mezzi termini a Trump “il dovere di prepararsi alla guerra” contro Pyongyang. Intervenendo alla conferenza annuale della Chatham House di Londra, il capo del Foreign Office ha ricordato i rischi rappresentati dall’arsenale di Kim Jong-Un, che sarebbe in procinto di acquisire la capacità per colpire gli Stati Uniti trasformando in realtà “la sua minaccia di ridurre New York in cenere”. Allo stesso tempo Johnson ha affermato che nessuno vuole una “soluzione militare” della crisi e che è giusto lasciare aperta la via diplomatica con la Corea del Nord per evitare di arrivare a un conflitto.