Il libro “Fire and fury” continua a imbarazzare Donald Trump

Un libro continua a imbarazzare Donald Trump. Si tratta di “Fire and fury, inside the Trump White House”, firmato dal giornalista Michael Wolff. Il presidente americano vuole bloccarne l’uscita per le rivelazioni scottanti che conterrebbe. Il bestseller annunciato pare stia creando effetti devastanti sul fronte del Russiagate. Secondo le ricostruzioni di Wolff la guerra fra Trump e il suo ex stratega Steve Bannon sarebbe un autentico terremoto per la Casa Bianca, con ricadute negative anche sulle elezioni di midterm, a fine anno.

A dare credito alle accuse di Bannon, riportate da Wolff, Trump sarebbe un presidente inadeguato e la sua famiglia, un famelico consorzio di cortigiani. Non solo. Trump sarebbe deriso alle spalle dagli stessi consiglieri, che lo dipingono come un “idiota circondato da clown”.

Ma ci sarebbe di più. Il giornalista pare abbia reso noti anche i dissapori tra la first lady Melania e il marito. Secondo le rivelazioni del libro dormirebbero, addirittura, in camere separate. Ma le accuse di Bannon non arretrano neppure al cospetto della figlia di Trump, Ivanka, la prediletta. Per Bannon sarebbe “stupida come un mattone, eppure ambiziosa quanto il padre”. Non è un mistero che la stampa internazionale le attribuisca l’intenzione di diventare la prima donna presidente degli Stati Uniti.

Ma Donald Trump non ha intenzione di attendere ancora. Vuole, a tutti i costi, bloccare la pubblicazione del libro. C’è da scommetterci: il risultato, alla fine, sarà un’impennata delle vendite di “Fire and fury”.