Canada: i musulmani chiedono giornata della memoria per l’attacco alla moschea di Quebec

Il National Council of Canadian Muslims chiede l’istituzione di una giornata nazionale della memoria per l’attacco alla moschea di Quebec. Si tratta di uno dei gruppi più importanti della comunità musulmana canadese. L’Nccm si rivolge direttamente al premier Justin Trudeau. L’obiettivo è un omaggio alle vittime della sparatoria alla moschea di Quebec. Secondo il Toronto Star, il gruppo chiede che il 29 gennaio sia dedicato al ricordo e a manifestazioni che abbiano un fine condiviso contro l’islamofobia.

Il direttore del National Council of Canadian Muslims Ihsaan Gardee ha formulato la richiesta in una lettera indirizzata al primo ministro e resa nota oggi. Secondo Gardee un’iniziativa di tale portata consentirebbe una nuova consapevolezza del fenomeno dell’islamofobia nel paese. Gardee punta il dito contro crimini d’odio e l’intolleranza. All’inizio del 2017, nell’attacco alla moschea durante la preghiera, sono stati uccisi sei musulmani e 19 sono rimasti feriti.

Alexandre Bissonnette, l’attentatore della strage, è indagato per sei capi d’accusa. Il processo è fissato il prossimo marzo. Ma per Gardee la comunità musulmana canadese è ancora fortemente scioccata. Il leader dell’Nccm è convinto che una risposta positiva del premier Trudeau possa contribuire a rasserenare il clima di tensione che si respira all’interno della comunità.