Vertice Macron-Erdogan: lotta al terrorismo e adesione Turchia a Ue

Francia-Turchia: lotta comune al terrorismo e adesione della Turchia all’Unione europea. Sono i temi della conferenza stampa congiunta del presidente francese Emmanuel Macron con l’omologo turco Recep Tayyip Erdogan, in visita oggi a Parigi.

L’incontro si è tenuto al palazzo presidenziale dell’Eliseo. Per il presidente turco, “il suo paese ha pagato un pesante tributo alla lotta al terrorismo. Attualmente in Turchia sono presenti 3,5 milioni di rifugiati siriani che vivono nei campi profughi. Il paese ha speso più di 30 miliardi di euro per far fronte all’emergenza umanitaria”.

Erdogan ha dichiarato che “la promessa di aiuti da parte dell’Unione europea non è ancora stata mantenuta, visto che Ankara ha ricevuto solamente 900 milioni di euro da parte di Bruxelles. In ogni caso, continueremo ad aiutare i rifugiati siriani. Si tratta di un compito umanitario”.

Per Macron, la cooperazione tra Francia e Turchia nella lotta al terrorismo è “esemplare”. Secondo il capo dello Stato francese, “gli accordi tra Parigi e Ankara sul contrasto al terrorismo funzionano bene. Seguiremo insieme la lotta all’estremismo con partenariati rinforzati”.

Su un aspetto Macron ed Erdogan hanno una visione assolutamente comune: “anche la Francia – ha detto il presidente francese – considera il Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk) un’organizzazione terroristica”.  

Per Macron, “il Pkk, impegnato da anni in una lotta separatista con la Turchia, è  ritenuto un gruppo terroristico dalle autorità di Ankara, dagli Stati Uniti e dall’Unione europea”.

Infine, rispetto alla crisi siriana, il presidente francese ha detto che “sarà necessario un processo di transizione scelto dal popolo siriano, in cui tutte le voci saranno rappresentate e potranno esprimersi”.