Medio Oriente. Per ministro degli Esteri giordano è fondamentale la nascita di uno Stato palestinese

“Per l’ordine e la sicurezza del Medio Oriente è fondamentale la nascita di uno Stato palestinese, con Gerusalemme come sua capitale”. Sono le parole pronunciate oggi dal ministro degli Esteri della Giordania, Ayman al Safadi, al termine del vertice della Lega Araba, tenutosi ad Amman.

“Non c’è sicurezza regionale senza una soluzione a due Stati del conflitto israelo-palestinese”, ha detto Safadi. I capi della diplomazia di Ramallah, Riad, Abu Dhabi, Il Cairo, Rabat, rispettivamente Riad al Malki, Adel al Jubeir, Anwar al Ghargash, Sameh Shoukry e Nasser Bourita, oltre al Segretario generale della Lega araba, Ahmed Aboul-Gheit, si sono incontrati oggi ad Amman alla presenza del sovrano giordano Abdullah II per discutere dell’impatto della decisione del presidente statunitense Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale ufficiale di Israele e di trasferirvi la capitale.

Il capo della diplomazia giordana ha ribadito il rifiuto del suo paese di considerare Gerusalemme come capitale di Israele, con cui ha raggiunto un accordo di pace nel 1979. “La Lega Araba - ha sottolineato il ministro giordano - lavorerà affinché la comunità internazionale riconosca lo Stato palestinese con Gerusalemme come sua capitale”.