Vaticano, commissariato il Sodalizio peruviano di Vita cristiana

Commissariato il Sodalizio peruviano di Vita cristiana. Il fondatore Luis Fernando Figari è accusato di pedofilia. La notizia arriva dal Vaticano. A pochi giorni dalla visita del pontefice in Cile e Perù, prevista dal 15 al 22 gennaio prossimi.

“Papa Francesco - si legge in una nota diffusa dalla Santa Sede - ha seguito con preoccupazione tutte le informazioni che, da diversi anni, arrivano alla Congregazione per gli istituti di Vita consacrata e le società di Vita apostolica sulla situazione del Sodalizio di vita cristiana. Il Papa ha mostrato di essere particolarmente attento alla gravità delle informazioni che riguardano il regime interno, la formazione e la gestione economico-finanziaria, motivo per il quale ha chiesto con insistenza al dicastero un’attenzione particolare. A ciò si sono sommate, recentemente, le serie misure adottate dall’autorità giudiziaria peruviana nei confronti del Signor Luis Fernando Figari. Dopo una approfondita analisi di tutta la documentazione, il dicastero ha promulgato il decreto di commissariamento”.

Figari è indagato in Perù per associazione a delinquere e lesioni gravi. Ma pendono sul suo capo anche delle accuse di abusi su minori. L’istituto si trova da anni al centro di indagini, per abusi sessuali e cattiva gestione finanziaria. Frattanto, la Santa Sede ha annunciato che la Congregazione per gli istituti di Vita consacrata e le società di Vita apostolica ha nominato il commissario apostolico. Si tratta del colombiano monsignor Noel Antonio Londoño Buitrago, vescovo di Jericó.