Per Hillary Clinton Trump “è un razzista”

Hillary Clinton passa all’attacco del presidente Trump. Su Twitter lo definisce “razzista”, a proposito delle frasi pronunciate contro i migranti, in particolare gli haitiani. Per l’ex candidata democratica alle presidenziali, “quelle parole sono gravissime, soprattutto in un giorno in cui ricorre l’ottavo anniversario del sisma che nel 2010 uccise 220mila persone nel paese caraibico”.

Secondo la Clinton, “l’anniversario del devastante terremoto di otto anni fa è un giorno per ricordare la tragedia, per onorare la resilienza della gente di Haiti e affermare l’impegno americano ad aiutare i nostri amici. Purtroppo dobbiamo sentire la visione razzista e ignorante di Trump verso chiunque non abbia il suo aspetto”.

Hillary e il marito Bill, ex presidente americano, nutrono per Haiti un affetto speciale, perché è stato il luogo in cui hanno trascorso il loro viaggio di nozze. Otto anni fa, nei giorni del terremoto, la Clinton è a capo della diplomazia americana. E Bill viene scelto come inviato dell’Onu per gestire la fase degli aiuti. Non solo. La Clinton Foundation ha finanziato numerosi progetti di sviluppo per le vittime della tragedia.

Ma a questo proposito, bisogna anche ricordare che nel corso di un faccia a faccia televisivo della campagna per le presidenziali, Trump attaccò duramente la candidata democratica sulla solidarietà ad Haiti, insinuando punti oscuri nell’operato dei Clinton.