Papa: madri e nonne forza motrice del Perù

Papa Francesco si rivolge alle madri e alle donne forza “motrice del Perù”. Il pontefice tiene il suo discorso durante la celebrazione mariana a Plaza de Armas, a Trujillo.

“Che cosa sarebbe il Perù – si interroga – senza le madri e le nonne? Che cosa sarebbe la nostra vita senza di loro? L’amore per Maria ci deve aiutare a generare atteggiamenti di riconoscimento e gratitudine nei riguardi della donna, nei riguardi delle nostre madri e nonne che sono un baluardo nella vita delle nostre città. Quasi sempre silenziose portano avanti la vita. È il silenzio e la forza della speranza”.

Francesco lancia un vero e proprio appello contro il femminicidio. “Voglio invitarvi – sostiene – a lottare contro una piaga che colpisce il nostro continente: i numerosi casi di femminicidio. Sono molte le situazioni di violenza che sono tenute sotto silenzio al di là di tante pareti. Vi invito a lottare contro questa fonte di sofferenza chiedendo che si promuova una legislazione e una cultura di ripudio di ogni forma di violenza”.

Per il Papa, “l’amore per Maria ci deve aiutare a generare atteggiamenti di riconoscimento e gratitudine nei riguardi della donna, nei riguardi delle nostre madri e nonne che sono un baluardo nella vita delle nostre città. Quasi sempre silenziose portano avanti la vita. È il silenzio e la forza della speranza. Grazie per la vostra testimonianza!”.