Le relazioni “pericolose” tra America e Regno Unito

Le relazioni sono “pericolose” tra America e Regno Unito. Eppure, i rapporti sarebbero “solidi”. Parola di Donald Trump. Il presidente americano ha voluto precisare, dopo l’incontro con la premier britannica Theresa May avvenuto a Davos, in Svizzera, che i due Paesi sono in sintonia. L’occasione è stata determinata dal Forum economico mondiale.

Ma per il Wall Street Journal i rapporti tra Stati Uniti e Gran Bretagna sono assolutamente tesi. In effetti, Trump ha cancellato una visita a Londra, proprio all’inizio del nuovo anno. L’inquilino della Casa Bianca, in ogni caso, smentisce la tensione. “Sono voci false – sostiene –. Con la May siamo sulla stessa lunghezza d’onda su ogni cosa”.

Secondo la May, i due Paesi sono legati da una “relazione molto speciale”. Eppure, la premier vive una condizione complicata. Trump sembra essere uno dei pochi, se non l’unico tra i leader, a sostenere la Brexit. Ma va anche tenuto conto dello scarso gradimento dell’opinione pubblica britannica nei confronti del presidente americano.

In merito all’annuncio del governo americano d’imporre nuovi dazi sulle importazioni, la May si è limitata a glissare. Ha parlato, in modo generico, del libero mercato e del sistema delle regole globali quali condizioni che hanno prodotto “enormi avanzamenti in termini di prosperità”.