Austria, fermo il disegno di legge per gli altoatesini

Non sarà presentato il disegno di legge sul doppio passaporto per i sudtirolesi. Lo ha deciso la commissione di esperti austriaca composta da tecnici del ministero degli Interni e degli Esteri. In seguito, la commissione, che si riunisce a Vienna, elaborerà un parere. Nel frattempo, il portavoce del ministero degli Esteri Peter Guschelbauer ha dichiarato che “seguiranno contatti con la giunta provinciale a Bolzano e con il governo a Roma”. Al momento non esiste un’agenda dei lavori. “Sarà un processo piuttosto lungo”. Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz visiterà l’Alto Adige il 14 settembre. Quel giorno incontrerà il presidente della regione Trentino-Alto Adige Arno Kompatscher.

Eppure, dal ministero austriaco dell’Interno hanno confermato che Vienna non prenderà alcun provvedimento senza l’approvazione di Roma e di Bolzano. Già alla fine luglio il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi aveva dato incaricato l’ambasciatore a Vienna di chiedere chiarimenti al governo austriaco. Allora, la Farnesina aveva avvertito che l’iniziativa “di concedere il passaporto austriaco agli altoatesini sarebbe stata considerata ostile, senza un confronto con il governo italiano”.