Venezuela, “incontri segreti per rovesciare Maduro”

Secondo il “New York Times” in Venezuela sono in corso da un anno incontri segreti per rovesciare Nicolás Maduro. Il Paese vive una drammatica crisi economica e sociale. Milioni di venezuelani sono in costante fuga. Secondo il quotidiano si registrano contatti definiti “carbonari”, che si sarebbero tenuti tra alcuni funzionari dell’amministrazione Trump e i militari ribelli venezuelani. L’obiettivo è destituire Maduro. La Casa Bianca non ha commentato la notizia, ma ha diffuso una nota secondo la quale “è importante impegnarsi in un dialogo con tutti i venezuelani che dimostrano il desiderio per la democrazia, in modo da portare un cambiamento positivo a un Paese che ha sofferto così tanto sotto Maduro”.

Per il “New York Times” uno dei comandanti coinvolti nei colloqui segreti farebbe parte della lista degli ufficiali corrotti del Venezuela. Si tratta di un documento che accusa i membri dell’apparato di sicurezza venezuelano di una serie di gravi crimini: dalla tortura contro i critici all’incarcerazione di centinaia di prigionieri politici, dal ferimento di civili fino al traffico di droga e alla collaborazione con le Forze armate rivoluzionarie della Colombia, le Farc, considerate un’organizzazione terroristica dagli Stati Uniti. Sempre secondo il quotidiano, la vicinanza tra l’amministrazione Trump e gli ufficiali ribelli anti-Maduro potrebbe rappresentare un boomerang per il presidente americano, in vista delle elezioni di Midterm.