Attacco sinagoga in Texas: due fermati in Inghilterra

Sono due le persone fermate in Inghilterra, a Manchester, “nell’ambito delle indagini” relative all’attacco avvenuto sabato a una sinagoga del Texas: si tratta di due adolescenti, le cui identità non sono state ancora divulgate. I giovani sono stati tenuti in custodia, in attesa di essere interrogati.

Il blitz

Sabato il blitz nella sinagoga della congregazione Beth Israel, a Colleyville, vicino Dallas: Malik Faisal Akram, 44enne di Blackburn, aveva tenuto in ostaggio per quasi undici ore quattro persone, poi liberate nell’ambito di una operazione messa a punto da una squadra speciale giunta da Quantico (Virginia).

I possibili motivi dell’attacco

L’uomo, dalle prime verifiche del caso, chiedeva la liberazione di Aafia Siddiqui, scienziata pakistana condannata nel 2010 da una Corte federale di New York a 86 anni di prigione per aver cercato di sparare ai militari statunitensi mentre era in custodia in Afghanistan. Joe Biden, presidente degli Usa, ha detto che si è trattato “di un atto di terrore”.