Boom ricavi e abbonati, Netflix corre in Borsa

Netflix continua a crescere. Il colosso della tv in streaming chiude il terzo trimestre con un utile netto in aumento del 150 per cento a 130 milioni di dollari rispetto ai 52 milioni dell’anno scorso, su ricavi in crescita del 30% a 2,99 miliardi di dollari. Il numero degli abbonati sale di 5,3 milioni, spingendo i titoli in Borsa. Dati positivi che mostrano il successo gli sforzi di Netflix nella produzione di contenuti originali. Per l’anno prossimo il colosso prevede di investire 7-8 miliardi di dollari per una programmazione originale, una cifra decisamente superiore a quelle delle rivali Hulu, Amazon e Hbo.

‘‘Il nostro compito è migliorare Netflix il più rapidamente possibile per per precedere i nostri rivali’’ afferma Netflix nella lettera agli azionisti che accompagna i risultati trimestrali. ‘‘Il nostro futuro dipende da esclusivi contenuti originali’’ aggiunge. Gli abbonati, misura chiave del successo di Netflix, sono saliti sia a livello internazionale sia negli Stati Uniti. Fuori dagli States, Netflix ha conquistato 4,45 milioni di abbonamenti, sopra i 3,65 milioni attesi dagli analisti. Negli Stati Uniti, invece, sono saliti di 850mila unità, oltre le 750mila attese. I titoli Netflix volano con i risultati positivi, proseguendo un trend di rialzo che va avanti dall’inizio dell’anno. Nelle contrattazioni “after hours” Netflix arriva a guadagnare il 3,6 per cento, dopo essere salita del 60 per cento da gennaio raggiungendo una capitalizzazione di mercato di 86 miliardi di dollari.