L’asteroide Phaethon torna a salutarci

A 10 anni dal suo ultimo passaggio ravvicinato, il super asteroide Phaethon tornerà a salutare la Terra il 16 dicembre. Con il suo diametro di circa 5 chilometri, è il terzo asteroide più grande fra quelli vicini al nostro pianeta e considerati potenzialmente pericolosi. Anche la sua natura è ancora un mistero: è classificato come asteroide, ma secondo la Nasa potrebbe essere una cometa non più attiva, che viaggia “in incognito” con chioma e coda spente. Secondo un’altra ipotesi, Phaethon sarebbe un frammento di un asteroide più grande, Pallas, distrutto da un impatto. Oltre che per le sue dimensioni e la sua orbita, Phaethon è noto per essere il “papà” della pioggia di meteore di dicembre, le Geminidi. 

Il suo passaggio del 16 dicembre è previsto alla distanza di tutta sicurezza di circa 10 milioni di chilometri, e sarà abbastanza brillante da poter essere osservato con un piccolo telescopio. È un appuntamento da non perdere perché il suo prossimo passaggio ravvicinato non avverrà prima di 76 anni: solo il 14 dicembre 2093 Phaethon tornerà ad avvicinarsi alla Terra, passerà a 2,9 milioni di chilometri. Non c’è alcun rischio di impatto con il nostro pianeta, ma sarà un’occasione importantissima per osservarlo con i radiotelescopi e per cercare di definirne forma, dimensione e composizione.