Le novità hi-tech al Ces di Las Vegas

Dai telefonini pieghevoli agli assistenti virtuali sempre più presenti in salotto, dal cibo del futuro a città “smart” sempre meno da fantascienza e più a portata di tutti. Queste ed altre innovazioni saranno in mostra dal 9 al 12 gennaio al CES di La Vegas, la fiera dell’hi-tech più attesa dell’anno. Tra le novità 2018 anche un “village” italiano. Una vetrina immensa quella del CES, che ha chiuso nel 2017 la sua cinquantesima edizione con oltre 184 mila presenze e per quest’anno punta ancora più in alto: ospiterà 3.900 espositori in oltre 230 mila metri quadrati di fiera. Nell’arena troveranno spazio anche start up italiane selezionate dalla prima missione “made in Italy” al CES promossa da incubatori tecnologici e patrocinata dal Ministero dello Sviluppo economico. Tra i progetti in volo verso il Nevada quello della friulana Bentur che con Spirugrow punta a selezionare i super-alimenti del futuro; la ligure Beltmap, che si propone come il Google Maps per le persone non vedenti; o Jarvis della bolognese Iooota, robottino per casa e ufficio.

La casa connessa sarà protagonista indiscussa della fiera anche nel 2018, complice il boom dei moderni maggiordomi da salotto, altoparlanti “smart” che funzionano con comandi vocali. Per dispositivi come Echo di Amazon e Google Home sono in arrivo nuove funzioni e soprattutto nuovi rivali. LG svelerà il suo speaker intelligente compatibile con l’Assistente di Google e un annuncio simile potrebbe arrivare anche da Samsung, che però punterà sul suo assistente Bixby. Apple sarà il grande assente, ma in attesa che il suo HomePod arrivi sul mercato è possibile che alla fiera saranno lanciati accessori e app compatibili. Gli smartphone di solito non sono in primo piano a Las Vegas, vista la vicinanza con il Mobile World Congress di febbraio a Barcellona, ma quest’anno potrebbe essere un’eccezione. 

Gli occhi sono puntati su Samsung, che potrebbe svelare il primo smartphone pieghevole. Quello che i “rumors” più insistenti indicano come Galaxy X. Anche Sony potrebbe regalare sorprese: avrebbe in serbo uno smartphone Xperia dal nuovo design, tra i primi telefoni col processore Snapdragon 845 da poco svelato, che scommette sull’intelligenza artificiale. In vetrina ci saranno sicuramente i primi caricatori wireless a distanza di dispositivi elettronici, WattUp e PowerSpot. Tema “mobile” sicuramente centrale al CES 2018 le reti mobili di quinta generazione (5G), per le quali sono partite sperimentazioni anche in Italia. La tecnologia sarà al centro di un keynote il 10 gennaio con i top manager di Baidu, Qualcomm e Verizon. Sarà l’occasione per fare il punto sui progressi dei test delle reti e per esplorare le innovazioni possibili: veicoli autonomi, telemedicina, città smart, applicazioni commerciali che sfruttano realtà aumentata e virtuale.