Barcellona, la sfida a distanza tra Samsung e iPhone

A Barcellona va in scena la sfida a distanza tra Samsung e iPhone. Il il 26 febbraio viene inaugurata la fiera della telefonia: il Mobile World Congress. Sono 2.300 gli espositori presenti sui 100mila metri quadrati di spazio espositivo.

Apple, come al solito, diserta la fiera catalana. Eppure, si tratta del più importante evento del settore. Dunque, Samsung detta legge. Il colosso sudcoreano, che vanta il primato delle vendite di smartphone, mostra il Galaxy S9, il modello che da anni sfida l’iPhone. Senza rivali. Infatti, Huawei, Google, Htc e Xiaomi partecipano alla kermesse ma non presentano nuovi dispositivi di fascia alta.

Il mercato degli smartphone, secondo gli analisti di Gartner, cresce quest’anno del 6 per cento, raggiungendo gli 1,65 miliardi di unità vendute.

Il Galaxy S9 e il fratello maggiore S9 Plus cercano di sorprendere i visitatori con una fotocamera che dà modo di variare manualmente l’apertura del diaframma per ottenere scatti nitidi anche con poca luce. L’unico marchio che intende insidiare Samsung è Lg, che ha messo l’intelligenza artificiale nella fotocamera del nuovo smartphone V30.

La novità si chiama Vision Ai e si occupa, soprattutto, di due aspetti: analizza ciò che è inquadrato per suggerire la migliore modalità di scatto ed esegue il riconoscimento degli oggetti, indicando dove acquistarli.

Al Mobile World Congress sono presenti anche gli smartphone di aziende come Sony, Nokia, Motorola, Asus, Alcatel e Wiko.