Il Governo inglese potrebbe svelare l’uscita di Elder Scrolls VI

La maxi-acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft ha scatenato un contenzioso tra l’azienda di Bill Gates e Sony. I creatori della Playstation sono preoccupati dalla presunta concorrenza sleale di Xbox, che potrebbe rendere esclusiva Microsoft i videogiochi più iconici della casa di produzione statunitense. Le due aziende non si risparmiano e, per gestire la situazione, il Governo britannico è voluto intervenire. L’organo inglese ha deciso di analizzare i dati, ascoltare le testimonianze e, infine, decretare se la trattativa sia valida o meno. I documenti inviati dai legali di Microsoft potrebbero nascondere una buona notizia per tutti i fan di Elder Scrolls (la saga di videogiochi prodotta da Bethesda, già proprietà di Bill Gates dall’anno scorso), ovvero la data di uscita del sesto capitolo della serie.

In uno dei molti fascicoli ricevuti dall’Esecutivo del Regno Unito da Microsoft, si può notare un’affermazione relativa al celebre videogioco, Call of Duty che, indirettamente, si collega a The Elder Scrolls VI. L’azienda di Bill Gates sostiene di non poter paragonare le decisioni prese riguardo ai giochi di medie dimensioni con la questione che riguarda CoD. Le scelte riguardo a questi videogiochi – secondo la tesi di Microsoft – non possono rappresentare una proiezione della strategia dell’azienda con il franchise di Call of Duty. Per avvalorare la loro tesi, i legali dell’azienda hanno portato davanti agli inquirenti l’esempio di Elder Scrolls VI. Il paragrafo in questione – che può essere liberamente consultato – apre con: “Titoli come The Elder Scrolls 6 (che non dovrebbe essere lanciato prima di)” e qui viene censurato.

Dunque, è fattuale che il Governo del Regno Unito sia in possesso di un fascicolo contenente il giorno di uscita del titolo e molti altri dati sensibili, che ovviamente sono stati anch’essi censurati dai legali di Microsoft. È probabile, però, che la presunta data di uscita sia in realtà un periodo orientativo in cui la serie potrebbe tornare alla ribalta, a oltre 10 anni dall’uscita del capitolo precedente, Skyrim.