Mogli e buoi dei paesi tuoi

Come reagiranno gli elettori non è dato sapere, i mercati invece sicuramente saranno più sereni.

Insomma, da quel che si sente, sulla legge di stabilità ha vinto il ministro Giovanni Tria, anche se la montagna partorirà un topolino che al massimo troverà un pezzetto di cacio. Eppure in campagna elettorale tra Lega e Movimento Cinque Stelle hanno promesso la qualunque pur di strappare consenso, dunque un po’ di autocritica non sarebbe male al posto degli annunci su questo e su quello.

Ecco perché insistiamo sul fatto che le maggioranze innaturali non solo non funzionano, ma finiscono con l’offrire scenari molto diversi da quelli auspicati in partenza. Del resto la discussione sulla legge di stabilità lo sta confermando, e se tutto andasse come sembra ritrovarsi con un pezzetto di formaggio, quando ci si aspettava una forma intera, non sarà il massimo, anzi. Oltretutto viene da chiedersi quanto potranno incidere sull’economia del Paese provvedimenti che tagliati, ridotti e rabberciati finiranno per non essere carne e nemmeno pesce.

Per parte nostra insistiamo nel dire che meglio sarebbe di concentrare le risorse disponibili sopra un provvedimento unico da realizzare per intero, piuttosto che fare spezzatino e briciole di tutto. Parliamo di flat tax, così come della riforma della Legge Fornero, perché sul reddito di cittadinanza abbiamo sempre espresso contrarietà. Del resto nella storia del nostro Paese è stato proprio l’enorme sperpero in assistenzialismo clientelare a devastare i conti e a bloccare la cultura dello sviluppo, specialmente al sud. Con l’assistenzialismo tout court, infatti, non solo non si rilancia un bel niente, ma non si ottiene nemmeno un processo di redistribuzione propulsiva per l’economia più in generale.

Insomma non ci siamo e almeno fino ad ora, tante aspettative restano nel congelatore come era ovvio che fosse, a conferma del fatto che una alleanza fra antagonisti in politica soprattutto non funziona mai. Resta solo un consiglio schietto da offrire a Salvini, che del Governo è la vera punta di diamante. Caro Matteo, ricordi bene: mogli e buoi dei paesi tuoi…