Lega, domani la manifestazione di Piazza San Giovanni

“Noi abbiamo aperto la piazza a tutti gli italiani di buona volontà”. Parola di Matteo Salvini. Il leader del Carroccio lancia la manifestazione contro il governo giallorosso, in programma domani in Piazza San Giovanni, a Roma. È un’iniziativa organizzata dalla Lega e “sul palco interviene chi decide la Lega. Questo giochino della piazza dei fascisti ormai fa ridere e non ci crede più nessuno”. Salvini si riferisce alla presenza di Casapound. “Sarà una piazza con almeno 100mila italiani”, ha aggiunto Salvini.

Secondo il leader leghista “stanno massacrando i lavoratori autonomi, rimettono burocrazia. Ma Giuseppi e Giggino, veramente pensate che l’evasione si batta andando a rompere le palle a chi si sveglia alle 4 di mattina o andando a chiedere all’Europa un cambio di regole? La piazza di domani è la piazza di chi non vuole essere spennato dalle nuove tasse del governo. Chiediamo trasparenza, onestà, meno tasse, più sviluppo”.

Il capogruppo di Forza Italia alla Camera Mariastella Gelmini annuncia che il suo partito sarà “convintamente in piazza a Roma assieme a Salvini per manifestare contro una manovra che non solo impedisce la crescita e aumenterà il debito pubblico ma, come ha confermato indirettamente anche il ministro Gualtieri, spalanca le porte allo Stato di polizia fiscale”.

Intanto oggi alla vecchia stazione ferroviaria di Firenze, prende il via Leopolda, l’iniziativa politica di Matteo Renzi. “Assomiglierà molto a quelle delle origini. Una Leopolda di sfida – annuncia il leader di Italia viva – in cui vengono le persone che vogliono arrivare e non quelle che sono già arrivate, in cui non c’è garanzia per nessuno. Una Leopolda dei pionieri. Tipo quella del 2012, quando ci eravamo già fatti conoscere, ma ancora eravamo, tutto sommato, outsider”.