Premier Pinuccio, abusivo di professione

Caro Pinuccio, lasciamo Giuseppi a chi ama gli inglesismi e ritorniamo ai nomi che si adoperano in quelle contrade del Subappenino Dauno dalle quale provieni, Caro Pinuccio e mo’?

Come la mettono i tuoi amici del Movimento 5 Stelle, ai quali hai fatto finta di appartenere quando Napolitano & Co. ti hanno fatto scivolare come quinto asso nelle carte di Alfonso Bonafede facendogli credere che tu fossi un nome indipendente su cui nessuno avrebbe mai posto il veto? Come la mettono quelli che tu hai imbrogliato la prima volta facendo credere che fossi indipendente e loro simpatizzante e come la mettono ora che si è scoperto che in fondo tu appartenevi ad uno studio legale il cui titolare è un certo professor Guido Alpa che ti teneva come suo pupillo e che per tale motivo in una Commissione dallo stesso presieduta e che avrebbe dovuto nominare un Professore Ordinario di Diritto, ti ha fatto “diventare” Professore Ordinario di Diritto Privato? Come la mettono con il motto Onestà, Onestà, Onestà? E che dici, ancora ti sopportano? Beppe Grillo così ha detto, che ti devono sopportare? E così sia!

E che dice Luigi Di Maio, ora come fa a dire che basta con la fuga dei cervelli dal Mezzogiorno? Ma se c’è gente come te che a prescindere dal cervello occupa tutto lo spazio possibile tanto da non lasciarne ad altri, come si fa a non fuggire per non morire di fame? E perbacco, “Le Iene” ti hanno sgamato, hanno sgamato te ed il professor Alpa e non mi venire a dire che era una proposta di parcella quella che ti vedeva “affasciato” – questo è un termine che uso in onore degli antifascisti – con il professore avvocato Alpa e dopo questa “Epifania” spero che tu non voglia giustificarti dicendo che in fondo quello era solo un progetto di parcella, perché ciò non significa niente, perché la parte significativa era la richiesta congiunta per un’attività professionale svolta congiuntamente e non occasionalmente, come dimostra la carta intestata dello studio legale.

Ti hanno regalato la Cattedra, ti hanno regalato la Presidenza del Consiglio, dimmi tu che deve dire un giovane di quelli che all’estero si rivelano “geni” e che in Italia sarebbe restato per sempre uno sconosciuto, perché c’è gente come te e come coloro che ti fanno diventare Professore Ordinario all’Università e poi ti fanno nominare Presidente del Consiglio dei Ministri, dimmi tu che deve dire e che deve fare un giovane se non aspettare il Reddito di cittadinanza per poter tirare avanti per qualche mese prima di andare all’estero a cercare lavoro? E che deve dire qualcuno che frequenta Facebook e spera di diventare titolare di una Cattedra universitaria? Secondo me starà pensando di trovarsi uno potente come lo hai trovato te per ascendere al trono, magari se lo cercherà suo malgrado, perché sa che solo così si sale in cattedra.

Caro Pinuccio, si è scoperto che sei abusivo come professore universitario e, però, se sei abusivo come professore universitario, sei abusivo anche come Presidente del Consiglio, perché tra le due nomine c’è un lampante – come il Sole di Van Gogh – nesso eziologico. Sei abusivo, dunque, e l’abusivismo non è una cosa bella, questo non te l’ha detto Di Maio? Sì, lo so, non poteva dirtelo perché egli stesso è abusivo in un Ordinamento democratico, ma c’adda fa, tra abusivi è doveroso tendersi una mano per poter sopravvivere!