Centrodestra vincente alle elezioni: le simulazioni di voto

Un centrodestra vincente alle elezioni. È quanto emerso dalle simulazioni di voto di YouTrend. Questa la situazione in un quadro dove Matteo Renzi ha dato la spallata al Governo, costringendo il presidente del Consiglio – Giuseppe Conte – a prendere tempo, almeno per un’altra settimana. Un capitolo “urne”, per adesso, è poco probabile. Ma dalle proiezioni attuali è evidente che si avrebbe, come risultato, il tonfo della sinistra.

“La riduzione del numero dei parlamentari, approvata dal referendum costituzionale dello scorso settembre, ha inevitabilmente comportato delle modifiche al Rosatellum, il sistema elettorale attualmente in vigore. La riduzione dei deputati da 630 a 400 e dei senatori elettivi da 315 a 200, infatti, ha imposto un ridisegno dei collegi elettorali – sia di quelli plurinominali, sia di quelli uninominali – previsti da tale sistema” è stato sottolineato su YouTrend. Ma “cosa accadrebbe se si tenessero le elezioni politiche e si votasse col Rosatellum, sulla base di questi nuovi collegi proposti?”. Ebbene, il centrodestra conquisterebbe la maggioranza assoluta. In tale contesto, va notato, dovranno essere considerate le alleanze. Ma è innegabile che una rottura tra Partito Democratico e M5S spalancherebbe la strada al centrodestra: 248 deputati su 400, 124 senatori su 200.

D’altra parte, il centrodestra potrebbe uscirebbe sconfitto, per esempio, al cospetto di un ibrido con dentro Pd, M5S, Italia Viva, Azione, Liberi e Uguali, +Europa. Roba da fantapolitica. O meglio, da fantascienza.