Matteo Salvini nel centrodestra non vede “partiti unici”. Questo il pensiero del Capitano in un colloquio con i cronisti a Napoli, a margine della cerimonia per i 130 anni del quotidiano Il Mattino. Allo stesso tempo, il leader della Lega sostiene che è fondamentale la collaborazione tra le componenti d’area, oltre a ribadire la riconoscenza per Silvio Berlusconi, “per quello che ha fatto per il mio Paese e per questo non mi permetto di giudicare le scelte degli altri”. Inoltre, aggiunge: “Non siamo in maggioranza per aumentare le tasse sulla casa. Di questo Enrico Letta se me faccia una ragione”. Con una postilla: un aumento delle tasse “sulla casa e sui risparmi non potrà mai essere approvato dalla Lega”.

La questione dei balneari

Salvini torna poi a parlare di un tema che sta tenendo banco, ovvero la questione dei balneari. Per l’esponente leghista è necessario garantire al comparto le certezze del caso: “Bisogna far emergere tutto il sommerso e il nero. Spero che oggi sia la giornata dell’accordo. Io faccio da mediatore tra Governo e le associazioni”. Da qui la necessità, per Salvini, di “prevedere un indennizzo per chi non volesse o potesse fare il suo lavoro sulla spiaggia in cui ha investito milioni di euro”. Non solo: è di vitale importanza anche l’ipotesi di una prelazione a vantaggio dei piccoli imprenditori “che non hanno decine di stabilimenti balneari, ma ne hanno uno e di quello campano”.