È impossibile dare torto a Giuliano Pisapia: “Nel Partito democratico servono aria fresca e facce nuove”. Una transizione ecologica.