Colpo a Palazzo Ducale: rubati i gioielli dei Maharaja

Alcuni gioielli della mostra “Tesori dei Moghul e dei Maharaja”, ospitata a Palazzo Ducale a Venezia, sono stati rubati ieri mattina da una teca. I monili avrebbero un valore di alcuni milioni di euro. La mostra, allestita nella sala dello Scrutinio, si chiudeva proprio ieri e raccoglieva, per la prima volta in Italia, 270 tra gemme e gioielli indiani dal XVI al XX secolo appartenenti alla collezione Al Thani. I gioielli hanno un valore doganale dichiarato di 30mila euro ma il valore reale, che potrà essere confermato solo dalla proprietà, “potrebbe essere di qualche milione di euro”. Lo affermano fonti della Questura lagunare, confermando che ad essere sottratti sono stati un paio di orecchini e una spilla. Per gli investigatori, i gioielli sono molto difficili da smerciare al mercato nero perchè troppo conosciuti.

La Procura della Repubblica di Venezia ha aperto un fascicolo affidato al sostituto Raffaele Incardona e riguarda ignoti: l’ipotesi di reato è di furto. “Probabilmente non è un gesto estemporaneo: pensiamo che ci possa essere stato un sopralluogo. Le teche dovevano essere inaccessibili e proprio per questo dobbiamo capire i punti di debolezza per poter valutato come i ladri abbiano potuto commettere il furto”, ha detto il Questore vicario di Venezia, Marco Odorisio. “Ci sono tanti tasselli da mettere in ordine - ha aggiunto - intanto è scatta un’azione ad ampio raggio con l’impiego della squadra mobile e dello Sco di Roma”. “L’indagine - ha concluso Odorisio - è un classico mosaico, dobbiamo partire dai particolari per poi allargarci e risalire a che ha commesso il furto; è prematuro parlare di autori italiani o stranieri stiamo visionando anche per questo le telecamere”.