In California, una coppia è accusata di tortura su 13 figli

“Fino a 94 anni di carcere ciascuno”. Ecco cosa rischiano il 57enne David Allen Turpin e la moglie 49enne Louise Ann, secondo quanto ha annunciato in conferenza stampa il procuratore distrettuale della contea di Riverside Mike Hestrin. Per ognuno di loro è stata fissata una cauzione di 13 milioni di dollari.

Si tratta di una coppia di genitori californiana che ha tenuto segregati i 13 figli di età compresa fra i due e i ventinove anni, nella loro casa di Perris. I due si troveranno in tribunale per la formalizzazione di dodici accuse di tortura, sette di abusi su adulti non autonomi, sei di abusi su minori e dodici di mantenimento in cattività.

 David Allen Turpin è stato anche accusato di avere commesso un atto osceno contro un minore. Pare che i figli potessero mangiare una sola volta al giorno e fare la doccia due volte l’anno. Non potevano parlare al telefono o avere amici. Non era loro concessa la possibilità di guardare la tivù.

È l’ennesima storia dell’orrore che arriva dagli Stati Uniti. Gli investigatori stanno appurando il ruolo della religione in questa terribile vicenda. “Le vittime - ha detto aggiunto il procuratore - erano legate come forma di punizione, prima con corde e più tardi con catene”.

Secondo il racconto di Hestrin, pare he i Turpin non slegassero i figli neppure per andare in bagno. A dare l’allarme è stata la figlia 17enne che è riuscita a fuggire chiamando la polizia.