Costringe una donna a prostituirsi: arrestato

Costringe una donna a prostituirsi: arrestato un 36enne. È accaduto a Rossano, nel Cosentino. L’uomo è stato fermato dalla polizia per induzione, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione ed estorsione. La donna era stata picchiata, minacciata e costretta ad andare sulla strada.

Dal 2007 al 2008, la donna si era ritrovata costretta a prostituirsi per saldare il debito contratto per il viaggio in Italia con un romeno. L’uomo l’aveva accompagnata in Italia con l’inganno, promettendole un lavoro come parrucchiera. In seguito, l’avrebbe “venduta” all’indagato.

La donna doveva consegnare allo sfruttatore i guadagni quotidiani. Aveva anche provato a ribellarsi. Ma l’uomo l’aveva costretta, sempre, dietro le minacce. Secondo le ricostruzioni della polizia, la vittima veniva costantemente picchiata, con calci e pugni. In una circostanza sarebbe stata ferita con un coltello. In altre due occasioni sarebbe stata, addirittura, costretta ad abortire.

L’uomo avrebbe minacciato l’uso della violenza anche nei confronti della figlia della donna, residente in Romania. È proprio questa minaccia che avrebbe impedito di denunciare lo sfruttamento. Fino allo scorso anno. Quando la donna ha trovato il coraggio di accusare il proprio sfruttatore e aguzzino.