Viaggi in transito

Tempo di vacanze. Tempo di viaggi, di valigie, di partenze. Ormai molti di noi non si affidano più alle agenzie di viaggio per selezionare la propria vacanza: la Rete, con le sue innumerevoli proposte e soprattutto i costi decisamente più contenuti, spinge i viaggiatori a prenotare autonomamente voli, alberghi e trasferimenti, mettendo a punto percorsi personalizzati in base alle esigenze più disparate. Nella maggior parte dei casi però, a un prezzo indiscutibilmente vantaggioso corrisponde spesso l’impossibilità di ottenere un rimborso nel malaugurato caso che non si possa più partire: circa il 70 per cento dei viaggiatori prenota vacanze non rimborsabili perché meno care. Ma non sempre le cose vanno a buon fine.

È proprio quanto accaduto un paio di anni fa a Simon Powell, un giovane inglese che si apprestava a partire con la fidanzata per una vacanza da favola a Dubai, con volo e albergo a cinque stelle prenotati con mesi di anticipo. Purtroppo, però, a pochi giorni dalla partenza, la ragazza lo ha lasciato; e non solo con un cuore infranto, ma per di più con l’intero viaggio non rimborsabile quasi completamente perso. A seguito di questa brutta disavventura personale, Simon ha cominciato a documentarsi e ha scoperto che ogni anno solo negli Stati Uniti andavano persi oltre 8 miliardi in stanze d’albergo prenotate e mai occupate e che lo stesso accadeva per i voli aerei e i pacchetti di viaggio. Ha così fondato Transfertravel.com, un sito la cui finalità è proprio quella di permettere a chi è nell’impossibilità di partire, per problemi non solo sentimentali ma anche di salute o professionali, di rimettere il viaggio sul mercato e recuperare così una buona parte del denaro speso.

Sfruttando la normativa europea sulla trasmissibilità dei pacchetti vacanza, Transfertravel ha riunito tutte le componenti di un viaggio per offrire un servizio quanto mai completo: il volo, la sistemazione in hotel, le attività extra e a volte l’intero pacchetto vengono condivisi sul portale pronti per essere riacquistati da nuovi fortunati viaggiatori. Naturalmente, per evitare frodi o raggiri, a chi vende viene chiesto di fornire un elenco di informazioni molto dettagliate e può essere contattato direttamente per qualsiasi delucidazione. D’altro canto, per chi invece è pronto a decollare ed è alla ricerca di un affare, l’occasione è ghiotta: basta avere un minimo di flessibilità su date e destinazioni e la ricerca può avere inizio. Si trovano proposte per tutti i gusti, anche i più bizzarri, da una crociera organizzata dal National Geographic in Alaska a un safari fotografico in Sud Africa fino a un più rilassante soggiorno di lusso in Toscana con scuola di cucina e trattamenti spa. Il tutto a prezzi scontati fino al 70 per cento.

Una volta scelta l’opzione che si preferisce la si può acquistare subito oppure scegliere di fare un’offerta sperando di riuscire ad aggiudicarsi la vacanza al termine dell’asta. Solo una volta che la prenotazione viene riconfermata con il nominativo del nuovo viaggiatore avviene la transazione economica. Ben presto il sito sarà disponibile anche in italiano ed entro la fine dell’anno verrà distribuita l’applicazione per cellulari.