Crolla il ponte sul rio Santa Lucia di Cagliari

Un altro ponte crollato. Si tratta del ponte sul rio Santa Lucia lungo la statale 195 che parte da Cagliari. Un collegamento indispensabile tra i comuni di Capoterra e Pula che termina a San Giovanni Suergiu. La pioggia che si è abbattuta sulla zona ha fatto esondare il fiume. L’acqua ha fatto collassare il ponte. Il tratto di strada, qualche chilometro prima, era già ceduto provocando una voragine che ha costretto la polizia municipale alla chiusura della statale all’altezza del ponte della Scafa. Dopo l’esondazione del rio avvenuta stamattina, il crollo ha determinato un fatto irreversibile: la statale è stata tagliata esattamente in due parti. Frattanto, è allerta rossa fino a giovedì 11 ottobre. Non a caso, nel capoluogo sardo le scuole e gli uffici resteranno chiusi.

La strada, da quanto è emerso da una serie di controlli, era stata chiusa da Anas già nelle ore precedenti il crollo. La precauzione ha consentito di evitare conseguenze più gravi. Il presidente della Regione Sardegna Francesco Pigliaru si è recato sul posto con l’assessore ai Lavori Pubblici Edoardo Balzarini e il sindaco di Capoterra Francesco Dessì. In precedenza, quattro persone erano state soccorse dai vigili del fuoco a causa delle abitazioni circondate dall’acqua, dalle strade impraticabili, dagli allagamenti e dai torrenti esondati.