L’Associazione degli Scienziati e Tecnologi per la Ricerca Italiana (Astri) si unisce al profondo cordoglio che ha già espresso il mondo dell’informazione, della politica e dello sport per la morte di Arturo Diaconale, un grande giornalista e un sincero amico, pur di recente data. Di lui, che abbiamo avuto la fortuna d’incontrare all’inizio di questo per altro infausto 2020, in un congresso tenuto a Roma, organizzato anche su sua iniziativa e dedicato ad una riflessione sul Futuro dell’uomo in un mondo governato dalla Tecnologia, ci piace ricordare l’interesse fattivo dimostrato per le problematiche complesse che agitano questo scenario e che Astri cerca di rappresentare con le sue iniziative. Così poté iniziare la nostra collaborazione con il suo giornale, L’Opinione delle Libertà, che puntualmente ha dato spazio ai contributi dei soci di Astri, proseguita finora in virtù dell’impegno suo e dei professionisti della redazione, che caldamente ringraziamo. Cosa non facile da ottenere oggi nel circo mediatico, dove la verità scientifica viene troppo spesso manipolata o banalizzata, quando non proprio ignorata, laddove essa non s’incanala nel mainstream del pensiero unico politicamente corretto. Ed è questa in difesa della verità scientifica, appunto, una delle battaglie che Astri ha cercato di combattere in questi due anni e poco più dalla sua fondazione nel 2018. Così, grazie all’apertura mentale unita alla cultura superiore che Arturo, da vero liberale, ha sempre dimostrato nelle sue molteplici esperienze di vita e di lavoro, si era stabilito un rapporto di leale amicizia con la nostra associazione che, pur bruscamente interrotto con grande amarezza e costernazione di noi tutti, ci auguriamo tuttavia possa continuare nel futuro con il suo giornale. Un grande professionista, un caro amico che non c’è più”.

(*) Presidente Associazione Astri