La Rotary Foundation per far bene nel mondo

Tra le organizzazioni filantropiche più importanti al mondo vi è la Rotary Foundation, una società senza scopo di lucro che sostiene gli sforzi del Rotary International per raggiungere la comprensione e la pace nel mondo attraverso programmi internazionali di scambio umanitario, educativo e culturale. Arch C. Klumph è considerato come il padre della Rotary Foundation  perché, alla Convention del 1917 ad Atlanta, Georgia, Klumph definì sei punti d’azione, includendo la creazione di un Fondo di dotazione che nel 1928 cambiò nome, e divenne Rotary Foundation e grazie alla sua visione, all’instancabile impegno dei primi protagonisti della Fondazione e alla straordinaria generosità dei soci del Rotary di tutto il mondo, quel Fondo si è trasformato in una delle fondazioni umanitarie mondiali leader nella promozione e produzione del bene nel mondo.

La missione della Fondazione Rotary è di consentire ai soci del Rotary di promuovere la comprensione, la buona volontà e la pace nel mondo migliorando le condizioni sanitarie, sostenendo l’istruzione di elevata qualità e alleviando la povertà. La Fondazione è un’organizzazione senza scopo di lucro finanziata esclusivamente dalle donazioni dei soci del Rotary e di altri sostenitori che ne condividono la visione, per la creazione di un mondo migliore. Questo sostegno è indispensabile per la realizzazione dei progetti finanziati dalle sovvenzioni della Fondazione, in grado di offrire miglioramenti sostenibili, tangibili e monitorabili alle comunità bisognose. La Rotary Foundation può essere definita come una sorta di “Accademia della cultura del servizio”, con la caratteristica dell’utilizzo della professionalità del socio, quale componente importante per completare il quadro delle professionalità del Club nell’affrontare le tematiche dei servizi.  La Rotary Foundation è anche la “Accademia della cultura del dono” e il donare è una delle condizioni essenziali per cui i rotariani si mobilitano per fare del bene nel mondo, donando il tempo, le risorse e tutto ciò che può essere utile al miglioramento delle condizioni di vita di ogni singolo essere umano. La lotta ad una delle più tragiche malattie della nostra storia, la Polio, rappresenta il classico esempio di progetto realizzato dalla Rotary Foundation. Un progetto sostenuto e valorizzato nella totale trasparenza sull’utilizzo dei finanziamenti che ha visto, e vede, la partecipazione di rotariani a tutti i livelli. Un’eredità importantissima e fondamentale costituita da quella struttura logistica organizzativa che il Rotary, con i suoi partner del Global polio eradication iniziative, ha messo insieme mantenendo strutture sanitarie e di prevenzione in 146 Paesi del mondo dove, in mancanza del Servizio sanitario, i cittadini sono abbandonati a sé stessi, con la conseguenza della nascita e il diffondersi di emergenze sanitarie. La Global Polio Eradication Initiative è una partnership pubblico-privata, guidata dai governi nazionali, tra l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), il Rotary international, i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc), il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (Unicef), Bill & Melinda Gates Foundation e Gavi, con l’obiettivo di eradicare la polio dal nostro pianeta. Tale bagaglio di conoscenza e di azione diviene importante anche con l’emergere e la diffusione dell’attuale pandemia sanitaria.

In molti Paesi in via di sviluppo è fondamentale non smobilitare le strutture create dal Rotary perché la campagna “Polio free” diviene doppiamente utile per le vaccinazioni dei nuovi nati e anche quella da Coronavirus non appena il vaccino sarà disponibile. La Fondazione finanzia iniziative educative e culturali con uno dei più estesi programmi di borse di studio nel mondo, assegnazioni annuali di borse per lo studio sulla pace, sovvenzioni a docenti universitari disposti a insegnare in Paesi in via di sviluppo e, ancora più estese, borse di studio per programmi di scambio giovani a breve e lungo termine, dove vengono coinvolte anche le famiglie, di tutti i continenti, per l’ospitalità. Molte e diversificate sono le iniziative della Fondazione soprattutto nei Paesi in via di sviluppo, e fra queste, le costruzioni di scuole, ospedali e pozzi d’acqua. Cosa vuol dire donare alla Rotary Foundation lo ha recentemente ribadito Giulio Koch, coordinatore della Fondazione Rotary per l’Italia, affermando che “la Fondazione Rotary è un potente aiuto per realizzare la visione del Rotary sotto il profilo sociale e personale, ed inoltre è un forte strumento di raccolta donazioni per generare bene”.