Rieti: il circo bloccato

Si sta facendo sempre più complicata la situazione del circo Rolando Orfei, bloccato dalla fine dell’ottobre scorso nel piazzale antistante il palazzetto dello sport di Rieti “PalaSojourner”. Sono una trentina le persone e una ventina gli animali rimasti fermi – a causa dell’emergenza Covid-19 – alle pendici del Terminillo, dove hanno affrontato tutto l’inverno. All’ingresso campeggia uno striscione con la scritta “Grazie Rieti”, l’omaggio dei circensi alla fattiva solidarietà degli abitanti e delle associazioni reatine, a sostegno soprattutto degli animali del circo.

“Noi accettiamo qualsiasi tipo di donazione e di qualsiasi quantità – ci ha detto un operatore – soprattutto per gli animali, perché le maggiori difficoltà che incontriamo riguardano proprio il loro nutrimento”. Dicevamo che diverse associazioni (Coldiretti, Rotary, Croce Rossa, solo per citarne alcune) si stanno dando da fare per alleviare le difficoltà del circo. Ma anche molti cittadini portano autonomamente viveri, soprattutto cibo, frutta e mangime.

Anche l’attività circense è bloccata e lo sarà almeno fino al 15 aprile: “Non sappiamo che fare – afferma con amarezza il nostro interlocutore – ed è ancora troppo presto per iniziare a programmare qualsiasi cosa”.