Zuckerberg: “Anni per aggiustare Fb”

Facebook fa mea culpa e ce la mette tutta per cambiare. “Riusciremo a risolvere i problemi di Facebook, ma ci vorranno un po’ di anni”, ha ammesso Mark Zuckerberg che in una nuova intervista rilasciata a Vox replica anche al numero uno di Apple Tim Cook, definendo le sue critiche al colosso dei social media superficiali e ridicole.

Del resto i nervi sono tesi nella Silicon Valley. Dopo che l’onda lunga dello scandalo dei dati personali raccolti sul social network ha travolto un po’ tutti i titoli tecnologici a Wall Street. Mentre qualcuno evoca la notte dei lunghi coltelli per spiegare come dietro le quinte la rivalità tra i giganti del web e della tecnologia sia più che mai accesa in questa fase.

Zuckerberg ha liquidato come non vera l’accusa mossa da Cook, secondo cui i guai di Facebook nascerebbero dalla pratica seguita dal gruppo di Menlo Park di fare soldi sui dati personali degli utenti. Poi ha tentato ancora una volta di rassicurare i due miliardi di persone che navigano sulla piattaforma, ma anche gli investitori, spiegando la stretta a cui si sta già lavorando per proteggere al meglio le informazioni personali e per limitare al massimo le attività di raccolta dati da parte di società terze.