L’app nascosta che genera criptovalute

Sembrano app regolari di sport e sono distribuite tramite il negozio ufficiale di Android. Ma dietro alla loro funzione dichiarata, sfruttano la capacità di calcolo dei telefoni per generare criptovalute. Non è fantascienza.

Approfittano della distrazione dei tifosi, concentrati a guardare la partita, per sfruttare i processori dei cellulari e “minare” criptovalute. Una nuova categoria di app è stata scoperta nel Play Store e potrebbe seriamente danneggiare i dispositivi degli utenti.

Come funziona? Mentre l’utente consulta i risultati sportivi o guarda una partita tramite streaming pirata, lo smartphone esegue i processi necessari per “minare” a sua insaputa. Il surriscaldamento del dispositivo e il deterioramento della batteria, interpretati come normale effetto dello streaming, non risultano sospetti al proprietario del telefono, che in questo modo consente ai truffatori di arricchirsi a costo di rovinargli il device.