“WhatsAppare” per 65 miliardi di volte

L’uso di WhatsApp non conosce crisi e conferma che Mark Zuckerberg ha visto giusto quando, nel 2014, ha deciso di acquistare la chat per 19 miliardi di dollari portandola nell’ecosistema Facebook. Secondo i dati pubblicati da Statista, che richiamano quelli diffusi dalla società, gli 1,5 miliardi di utenti mondiali di WhatsApp stanno inviando 65 miliardi di messaggi al giorno, una cifra che segna una crescita progressiva.

Nata nel 2009, WhatsApp ha raggiunto il primo miliardo di messaggi giornalieri nel 2011. Nel febbraio 2014, all’annuncio dell’acquisizione, la chat aveva 465 milioni di utenti e ospitava 20 miliardi di messaggini al giorno, meno di un terzo di quelli attuali.

“Nonostante Facebook non abbia ancora monetizzato WhatsApp come probabilmente vorrebbero gli investitori, acquistare la chat quattro anni fa ha di sicuro aiutato la compagnia a monopolizzare la messaggistica on-line”, scrivono gli analisti di Statista. “L’uso di WhatsApp è cresciuto in modo costante negli ultimi sette anni e continua a farlo”. Stando ai dati, i 30 miliardi di messaggi giornalieri sono arrivati agli inizi del 2015, i 50 miliardi al principio del 2017 e i 60 miliardi all’inizio di quest’anno.