Mark Zuckerberg "costretto" allo streaming dal Parlamento Ue

Sarà trasmesso in streaming l'incontro tra il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, e i componenti della Conferenza dei presidenti dell'Eurocamera che si terrà oggi a Bruxelles al Parlamento europeo. Lo ha annunciato su Twitter lo stesso presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani. "Ho parlato personalmente con il Ceo di Facebook, Zuckerberg, della possibilità" di trasmettere in "webstreaming l'incontro con lui. Sono lieto di annunciare che ha accettato questa nuova richiesta", precisa il tweet. "Grandi notizie per i cittadini dell'Ue. Lo ringrazio per il rispetto mostrato nei confronti del Parlamento europeo. L'incontro si terrà dalle 18.15 alle 19.30", conclude Tajani. Al centro dell'appuntamento l'utilizzo dei dati degli utenti del social network alla luce dello scandalo Cambridge Analytica. Intanto, negli Stati Uniti, è partita una campagna per "spezzettare" Facebook, rompere il suo monopolio e favorire l'innovazione. La richiesta arriva da alcune associazioni, riunite sotto la sigla Freedom from Facebook, avanzata alla Federal Trade Commission americana. Una richiesta che prevede una separazione di Facebook, con la divisione della sua piattaforma principale, da WhatsApp, Instagram e Messenger (tutte società acquistate negli scorsi anni da Facebook). Tra i promotori dell'iniziativa: MoveOn, Demand Progress, Sum of Us, MPower Change, Content Creators Coalition, Citizens against Monopoly, Jewish Voice for Peace e Open Markets. ''Facebook - affermano le associazioni che hanno lanciato l'iniziativa - decide unilateralmente le informazioni che miliardi di persone nel mondo vedono ogni giorno. Compra o manda in bancarotta i potenziali rivali per tutelare il suo monopolio, e uccidere l'innovazione e la scelta".